MACCHINE, MATERIALI ED ACCESSORI PER L'IMBALLAGGIO

Sali disidratanti

LEVOSIL-gra.jpg

ll maggiore nemico della lunga conservazione è l'umidità: un ambiente non opportunamente disidratato può favorire l'insorgere di fenomeni di corrosione

, ossidazione, proliferazione di muffe e trasformazioni chimiche che possono danneggiare irreparabilmente il materiale, specie se soggetto a lunghi periodi di trasporto, spedizione, immagazzinamento.

I sali disidratanti vengono utilizzati quando c'è la necessità di diminuire l'umidità relativa dell'ambiente, per proteggere il prodotto imballato, sono particolarmente utilizzati nelle spedizioni via mare e via aerea. Per evitare gli effetti dannosi dell'umidità presente negli imballaggi è sufficiente abbassare l'umidità relativa (UR) sotto il 30%.

Per il mantenimento/riduzione del tasso dell'UR vengono utilizzati i sacchetti disidratanti che possono contenere il Gel di Silice o l'Argilla, per le loro caratteristiche chimico-fisiche, hanno la capacità di assorbire il vapore acqueo presente nell'atmosfera senza cedere l'acqua assorbita; tale versatilità rende queste sostanze uniche nel loro genere.

Entrambe vengono utilizzate ogni qual volta si presenti la necessità di diminuire l'umidità relativa e creare un ambiente rispondente alle esigenze del prodotto imballato, che viene così preservato dai fenomeni di ossidazione e corrosione. Il quantitativo di prodotto da utilizzare è in relazione al livello di umidità che deve essere controllato ma anche al tempo per cui deve agire, alle condizioni di imballo, al tipo di materiale usato etc:

GEL di SILICE (biossido di Silice sintetico ed amorfo, SiO2). Si presenta come un granulo duro e semitrasparente. In condizioni del 70% di U.R. (Umidità Relativa) e 25° C di temperatura può assorbire fino ad un 15% del suo peso in acqua in sole due ore.

Consigliati per stoccaggi superiori ai 6 mesi.

Sacchetto
gr.
Dimensioni
cm.
Q.TA'
confezioni
Unità
disidtratante
Unità
USA
3 6.5x4 2000 / /
5 9x4 1500 / /
10 9x9 600 / /
20 11x9 700 1/24 U.D. 2/3
30 12x9 400 1/16 U.D. 1
60 13.5x10 250 1/8 U.D. 2
120 15.5x10 140 1/4 U.D. 4
240 22x10 80 1/2 U.D. 8
480 22x15 30 1 U.D. 16

 

disid.jpg

ARGILLA bentonitica, chimicamente inerte, non corrosiva.
Le sue capacità di assorbimento sono ottime: in condizioni del 70% di U.R. (Umidità Relativa) e 25 C di temperatura può assorbire un 18% del suo peso in acqua in sei ore.

Consigliati per stoccaggi inferiori ai 6 mesi.

Sacchetto
gr.
Dimensioni
cm.
Q.TA'
confezioni
Unità
disidtratante
Unità
USA
25 8x12 500 1/32 U.D. 1/2
40 8x15 300 1/16 U.D. 1
70 10x14 200 1/8 U.D. 2
140 10x16 100 1/4 U.D. 4
270 15.5x16 60 1/2 U.D. 8
540 15.5x22 35 1 U.D. 16
1080 15.5x32 18 2 U.D. 32

Capacità di assorbimento

Si misura in unità disidratanti, corrispondenti alla quantità di materiale in grado di assorbire un determinato volume di acqua in condizioni di temperatura e umidità standard.

Definizione dell'unità disidratante.
Di seguito le normative internazionali

Norme francesi
GAM Emb 01 H
Norme tedesche
DIN 55 473
Norme americane
MIL D 3464 D

In Italia sono comunemente impiegate le unità francesi (1 unità francese = circa 16 unità tedesche o americane).

Come utilizzare i sali disidratanti:  costituenti dell'aria atmosferica percentualmente significativi sono le molecole di Azoto, Ossigeno e acqua allo stato di vapore. Quest' ultimo è il componente che più facilmente può passare dallo stato aeriforme a quello condensato, poiché il suo punto di rugiada - la condizione in cui inizia il passaggio dallo stato aeriforme a quello condensato - è raggiungibile in condizioni ordinarie, basti pensare alla velocità con cui si appanna il parabrezza dell'automobile durante un temporale.

La tabella sottostante riporta i grammi di vapore acqueo contenuti in un metro cubo d' aria in funzione della temperatura ( T ) e dell'umidità relativa ( U.R.)

GRADI UMIDITA' %
ºC 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100
0.49 0.98 1.47 1.96 2.45 2.94 3.43 3.92 4.4 4.9
10º 0.94 1.87 2.82 3.76 4.70 5.64 6.58 7.52 8.5 9.4
20º 1.72 3.44 5.16 6.88 8.60 10.3 12 13.8 15.5 17.2
30º 3.02 6.04 9.05 12.1 15.1 18.1 21.1 24.1 27.2 30.2
40º 5.08 10.2 15.3 20.4 25.4 30.5 35.6 40.7 45.8 50.9
50º 8.27 16.5 24.8 33.1 41.4 49.6 57.8 66.2 74.4 82.7
60º 13.0 26.0 39.0 52.0 65.0 78.0 91.0 104.0 117.0 130.0

Da qui possiamo trarre due esempi che dimostrano quantitativamente la facilità con cui si raggiunge la condizione di condensazione del vapore acqueo ( 100% U.R.).

Condizioni Diminuzione
temperatura
Temperatura
finale
 
U.R.=40% T=25°C 9°C 16°C Formazione di condensa
U.R.=80% T=25°C 4°C 21°C Formazione di condensa

Considerando che il valore medio di U.R. delle zone temperate è di 70 +- 10%, viene dimostrata la necessità di salvaguardare il prodotto imballato dall'umidità atmosferica ed anche dall'umidità residua del prodotto stesso.

I sacchetti disidratanti soddisfano tale necessità e se associati ad una protezione in accoppiato barriera, possono garantire un'atmosfera secca ( < 30% U.R. ) all'interno dell'imballo per l'intera durata del trasporto e/o stoccaggio, preservando il prodotto dalla corrosione, dalle muffe e dalle eventuali, indesiderate reazioni chimiche con il vapore acqueo.

Indicatori di umidità:

l'indicatore di umidità consente l'immediata lettura delle condizioni climatiche presenti nell'imballo sigillato, quindi è un necessario elemento di controllo del grado di attività dell'essiccante in uso. Il viraggio dal colore marrone al azzurro acqua marina indica la variazione dell'umidità relativa di riferimento. Le soluzioni indicatrici presenti sul supporto cartaceo hanno una tolleranza del 5%.

 

© 2018 Gruppo LNA - 20092 Cinisello Balsamo (MI) Via Pelizza da Volpedo, 39
Tel. (+39) 02 660 41 414 r.a. • Fax (+39) 02 660 41 479 • PARTITA IVA 02867900967